Vittoria al cardiopalma per la Lazio contro la Virtus Roma
Terza vittoria consecutiva per la S.S. Lazio Pallavolo 1951, che si aggiudica per 3-2, fuori casa, il primo derby stagionale.
Coach Di Vanno schiera il sestetto composto da Valenti al palleggio, Lancione e Santilli centrali, Del Mastro e Micocci martelli, Mestriner opposto e Recupito libero.
Il primo set equilibrato, con le squadre che proseguono punto a punto, con tanti errori da entrambe le parti del campo. I biancocelesti commettono tanti errori e si trovano subito sotto e la Virtus vince il primo parziale 25-23.
Inizio decisamente diverso della Lazio nel secondo set, che parte forte e conquista subito quattro punti di vantaggio, portandosi sul 6-2. Con buoni attacchi di Mestriner, i biancocelesti incrementano il vantaggio, 9-3. Ottimo inizio set di Lancione che con un grande muro porta la Lazio sul 13-5. Accorcia le distanze la Virtus, che rosicchia qualche punto, portandosi sul 16-22. Doppio cambio biancoceleste, con Bianchi e Rinaldi che prendono il posto di Mestriner e Valenti
A chiudere il parziale ci pensa Rinaldi, che fissa il risultato sul 25-18.
Nel terzo parziale partono bene le aquile che si portano subito avanti di due punti per il 4-2. Due errori consecutivi della Lazio riportano in parità la Virtus sull’8 pari. Cambio in casa biancoceleste: al centro Cirillo prende il posto di Lancione. Continuano gli errori dei biancocelesti che regalano tre punti di vantaggio ai padroni di casa, 12-9. Altro cambio: Rinaldi prende il posto di Mestriner, 14-10 per la Virtus. Esordio in campo per Sokolowski, che sigla il punto del 15-12. Aumenta il vantaggio dei padroni di casa che si portano sul 19-13. Un grande muro di Sokolowski fa accorciare le distanze ai biancocelesti che si portano sul 21-18. La Virtus chiude il set 25-22, e si porta sul 2-1 nel conto dei set.
Coach Di Vanno cambia sestetto base: Cirillo al centro al posto di Santilli, Pietrobono prende il posto di Del Mastro e Rinaldi quello di Mestriner. Parte forte la Lazio che si porta subito sul 7-1.
Ace di Micocci per il 9-2. Si riporta sotto la Virtus che accorcia le distanze per il 12-8. I padroni di casa continuano a rosicchiare punti, Coach Di Vanno chiama time out sul punteggio di 14-11.
La Virtus si riporta a una sola lunghezza dai biancocelesti, 18-17. Doppio cambio Bianchi-Mestriner, che prendono il posto di Rinaldi e Valenti. I padroni di casa riacciuffano il pari, rientrano in campo sul 19-19 Valenti e Rinaldi in un set combattuto che prosegue fino ai vantaggi. Strappo finale della Lazio che, con l’ace di Rinaldi, conquista il set con il punteggio di 27-25.
Ennesimo inizio positivo dei biancocelesti, che grazie a due muri siglati da Lancione e Rinaldi si portano sul 3-0. Altro muro incredibile di Micocci, che fa allungare la Lazio sul 5-1. Al cambio campo i biancocelesti si trovano avanti 8-3. Un altro grande attacco di Rinaldi porta le aquile sull’11-3. Al termine di una gara dal doppio volto, la Lazio vince il set 15-6, conquistando la vittoria per 3-2. La Lazio riesce a conquistare due punti su un campo davvero ostico, portando a casa un match che si era messo in salita.
Il prossimo appuntamento vedrà i biancocelesti impegnati domenica alle ore 15.30, in casa, contro la squadra sarda dell’US Garibaldi la Maddalena.